Il Tirreno: Sabato 31/12/2011- Un anno di Sport

La Querce mira alto ma tiene i piedi sul rettangolo di gioco

Alla Querce si respira l’aria di una societa’ solida rappresentativa di una, comunità di genitori che dalla prima squadra ai più giovani seguono le vicende sportive e da una frazione che comincia a riconoscersi alle porte di Prato, nella squadra di paese.
Merito delle scelte coraggiose di dirigenti e di un organigramma ampio con responsabilità ben precise. Merito di chi scende in campo ogni domenica, si allena (o fa allenare) ogni settimana, in attesa delle partite.
La Querce, insomma, mira in alto pur mantenendo i piedi ben piantati sul rettangolo di gioco come ha fatto a vario livello, per l’intero 2011. Un anno solare che ha portato diverse soddisfazioni è che sta lasciando le porte aperte ad altre, a cominciare da quelle che si potranno togliere la prima squadra e gli Juniores, senza dimenticare le categorie giovanili e la scuola calcio.

Con un organico composto da ben 40 persone, il che da il senso di quanti possono essere i ragazzi impegnati a La Querce e tutti, coloro che gravitano intorno alla società. Il club pratese ha stretto un accordo con il Parma, società che a sua volta ha sempre guardato con interesse ai migliori vivai, specializzando tecnici e veri e propri talent scout calcistici. Un bel risultato anche, questo, per il sodalizio del presidente Vinicio Nucciarelli, che va ad unirsi a quelli più organizzativi e a quelli colti sul campo di domenica in domenica.
Parma Football School, del resto, è molto di più di un marchio e’ un metodo per giocare a calcio, divertirsi, crescere e se si hanno talenti da spendere, sapere dove e a chi rivolgersi.

Di primissimo piano è lo staff tecnico, d’altra parte, come si conviene a una società che intende agire in modo serio e scrupoloso ma che al tempo stesso, sa guardare ai numeri senza rinunciare al divertimento, e al volontariato. Di seguito, qualche esempio: 270 atleti, 130 allievi della scuola calcio, 16 squadre, 19 tecnici, 3.500 biglietti venduti in un anno, 26 dirigenti volontari.
In settembre, e dunque pochi mesi fa, il Parma è stato ospite con i suoi responsabili, degli impianti sportivi del paese e, nell’occasione, il responsabile della scuola Calcio Alessandro Allocca ha avuto modo di ricordare che quello raggiunto è un accordo che riguarda anche la metodologia di lavoro.

Un buon lavoro e’ stato del resto svolto anche in passato visto che in passato, la scuola calcio ha visto tra i propri tesserati il calciatore di Serie A Leonardo Pettinari (classe 1986), ora alI’Atalanta.